Casa Rossa

La Casa Rossa è un grande stabile a due piani con circa 30 vani di varia grandezza, è situato in contrada Albero della Croce, cinque chilometri a sud-ovest della zona abitata, sulla via per Mottola e quasi al confine col territorio di Noci, in collina e in posizione salubre, immerso in una ricca e varia vegetazione mediterranea con un panorama di rara bellezza.

Per i primi quarant’anni del Novecento, la Casa Rossa fu luogo di rilievo delle politiche di formazione agraria delle giovani generazioni e, come tale, vide l’interessamento dei ministeri dell’Agricoltura e dell’Educazione Nazionale.

A partire dal luglio del 1940, per effetto della mobilitazione civile conseguente all’entrata in guerra dell’Italia, questi locali abbandonati di furono requisiti dal Ministero dell’Interno per impiantarvi il più longevo campo di concentramento di polizia italiano.

Secondo le autorità fasciste, la Casa Rossa si prestava a questa nuova destinazione d’uso perché era isolata, facilmente vigilabile e lontana dai fronti di operazioni militari.

Torna all'elenco dei punti di interesse in Alberobello